Le tariffe che i tour operator pubblicano sui loro siti o cataloghi hanno una validità spesso annuale, questo significa che sono calcolati con largo anticipo rispetto alle partenze.

Il costo dei pacchetti viene calcolato in base al costo del carburante e del valore dell’euro di quel momento, entrambi i valori possono cambiare nel giro di poche settimane, figuriamoci nel giro di un anno.

I calcoli dei prezzi dei diversi pacchetti vacanze sono calcolati seguendo determinati parametri che sono riportati nelle ultime pagine dei cataloghi dei tour operator. In questi parametri è possibile visualizzare il valore della valuta di riferimento e il prezzo del petrolio, tenendo però sempre conto del fatto che si riferiscono al periodo in cui il catalogo è stato pubblicato.

Viaggi: il supplemento pre-partenza

C’è una precisa normativa di legge che prevede che l’operatore adegui il prezzo del pacchetto vacanze in base alle variazioni di prezzo del carburante e della valuta di riferimento, l’adeguamento va comunicato ai clienti almeno 20 giorni prima della partenza. La mutazione della tariffe può essere sia al rialzo che al ribasso.

Questa procedura, comunque, è illustrata nelle condizioni contrattuali di viaggio che l’operatore vi farà firmare quando prenotate la vostra vacanza. Per questo a volte succede che venga richiesto un supplemento prima della partenza in base all’andamento del dollaro/petrolio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *